skip to Main Content
Sito ufficiale NF Ardea Calcio

Il Dg Pizi a voce alta!

Dopo la gara di Termoli il Direttore fa un resoconto e non lascia alibi.

Ieri si è concluso il girone di andata del campionato di serie D, il Nuova Florida termina il girone invernale con 20 punti, attualmente fuori dai play out ma il direttore non è soddisfatto e alza la voce: “Abbiamo cominciato questo campionato con la prospettiva di far bene, per lo meno di provare a fare quello fatto l’anno scorso, inizialmente c’è stata una vera e propria staffetta con gli allenatori, anche se per me l’unico allenatore al timone prima di Boccolini è stato Del Grosso. Ho cercato più volte di riunire il gruppo visto i risultati, cercando di far capire che lo stile NF non cambia in base ai nomi, ho cercato di far capire al gruppo che non ci sono vecchi o nuovi ma bensì un solo gruppo con un solo obbiettivo comune. Non posso negare il fatto che vedendo la classifica sono amareggiato, si sono fatti molti sacrifici e sicuramente anche qualche errore da parte mia e avuto quel pizzico di presunzione venendo dalla stagione stratosferica dell’anno scorso. Se cambi molto è normale che hai bisogno di tempo per costruire. Finiamo questo primo giro consapevoli che da ora in poi non possiamo più permetterci errori, ci può stare la sconfitta solo se l’avversario è più forte, non si deve più regale nulla a nessuno, pretendo dai ragazzi rispetto per la maglia e concentrazione, questa isola felice rimarrà tale a patto che tutti dimostrino di poterne far parte, di strizzare la maglia bagnata dopo i 90 minuti. Il mister ribadisco che ha piena fiducia per come si espone, per come lavora e per la persona che è. Avevo comunicato ai ragazzi che in questa sessione di mercato, dopo l’arrivo di Valentini, non sarebbe arrivato più nessuno. Mi rimangio quello detto, tra oggi e domani continuerò a fare mercato, attendendo anche gli svincolati di lega pro a gennaio. Spero che questo messaggio faccia si che i ragazzi facciano un bagno di umiltà e si rendano conto che il Nuova Florida è vero è un isola felice ma c’è bisogno di carattere e di distinguere il momento dello scherzare a quello di essere professionisti. Questa sosta deve far riflettere per poi cominciare il nuovo anno con i giusti stimoli”.